Tra lauree e diplomi mancano 110 mila profili STEAM

Pubblicato il 10/06/2021
Pubblicato in: Istruzione
Tra lauree e diplomi mancano 110 mila profili STEAM

E' tempo di scelte e di iscrizioni scolatiche e qualche numero sugli indirizzi più richiesti dal mondo del lavoro può aiutare i giovani a fare la scelta giusta con sbocchi occupazionali più immediati.

Dall’elaborazione dei dati presentati dal Sole 24Ore da fonte Excelsior Unioncamere-Anpal, risulta che all’industria sono mancati – risultati introvabili - nello scorso anno 110 mila profili “STEAM” (Scienza, tecnologia, ingegneria, matematica e arte).

Alle imprese del settore privato sono mancati oltre 41 mila ingegneri, più di 33 mila tecnici superiori ITS, circa 10 mila laureati in matematica 8.559 laureati in indirizzo chimico-farmaceutico. Ma non si sono trovati neppure 11.611 laureati e oltre 4 mila diplomati nelle materie artistico-umanistiche: una lacuna, questa, che pesa sulle aziende del settore moda.

I laureati STEM (Scienza, tecnologia, ingegneria, matematica) in Italia

Per le discipline STEM - quelle più prettamente scientifiche - la situazione è in miglioramento, ma gli obiettivi da raggiungere sono ancora molti: se è vero che gli iscritti del 2020/21 alle 65 classi di laurea in ambito tecnico-scientifico aumentano è altrettanto vero che la crescita, specie tra le ragazze, è troppo lenta.

I laureati STEM ammontano al 24,7% dei laureati (ma appena 16,2% sono donne laureate) eppure il tasso di occupazione per i laureati STEM è elevatissimo, intorno al 90%.

 

Fonte: Open Innovation

 

 

Utilità