Croce Bianca e Fontevecchia partner dell’Asp 2 Teramo per lo svolgimento del Servizio Civile Universale

Pubblicato il 15/05/2020
Pubblicato in: Servizi Sociali
Croce Bianca e Fontevecchia partner dell’Asp 2 Teramo per lo svolgimento del Servizio Civile Universale

L’Asp 2 Teramo ha sottoscritto due importanti accordi per sviluppare ulteriormente lo svolgimento del servizio civile da parte dei giovani fino a 29 anni.
Nonostante l’emergenza dovuta all’epidemia di Covid-19, l’Azienda di servizi alla persona con sede in Atri (Te) ha continuato a offrire all’utenza debole tutti i servizi necessari e possibili mettendo in atto una serie di misure protettive per i beneficiari, i dipendenti e i ragazzi che stanno svolgendo il servizio civile nelle strutture.
Nelle case di riposo e negli altri centri dove l’accesso è consentito ai soli operatori il servizio è stato prudenzialmente sospeso e, per questo motivo sono stati siglati una serie di accordi che permetteranno ai giovani di riprendere il loro impegno, quanto prima, in tutta sicurezza.

Il primo accordo siglato è quello con la Croce Bianca di Teramo e si tratta di un vero e proprio “gemellaggio” tra l’Asp2, attuatore del progetto, e l’ente ospitante con figure di riferimento per consentire il necessario supporto e accompagnamento degli operatori volontari e per stabilire le responsabilità di ciascuno nella gestione organizzativa ed operativa delle attività e degli operatori stessi.

Particolare attenzione viene dedicata alla salute delle persone coinvolte tanto che l’accordo prevede specifiche e dettagliate misure prese a tutela dei volontari nel rispetto delle disposizioni nazionali e regionali vigenti in materia di contenimento dell’epidemia Covid-19. Il secondo accordo è stato stipulato con l’Associazione Culturale Fontevecchia di Spoltore (Pe) ed è un vero e proprio atto che costituisce una rete per la realizzazione del programma di intervento denominato “Fragilità a rischio: percorsi di innovazione sociale per una comunità più inclusiva”, articolato in 4 progetti che riguardano l’inserimento lavorativo dei disabili, l’inclusione sociale dei migranti, la tutela dell’infanzia e della terza età.
Nello specifico Fontevecchia organizzerà due workshop tematici sul tema della coesione  in cui verranno presentate e analizzate tutte le azioni proposte dai progetti confrontandoli con altri interventi presenti sul territorio investito dalle azioni progettuali e promuoveranno il Servizio Civile Universale come esperienza di valore e come opportunità concreta attraverso la quale i giovani possano partecipare alla costruzione di una dimensione collettiva della cittadinanza e possano implementare le proprie competenze trasversali.

I seminari, tenuti dai docenti universitari componenti del comitato scientifico dell’Associazione Fontevecchia, approfondiranno il valore del Servizio Civile universale come strumento di cittadinanza e partecipazione da parte della popolazione giovanile. “Sono particolarmente orgoglioso della sottoscrizione di questi due accordi – ha dischiarato Luca Di Pietrantonio, presidente dell’Asp 2.
La motivazione è doppia: permettere ai nostri ragazzi di riprendere il servizio civile interrotto a causa della pandemia da corona virus in tutta sicurezza e aprirci ulteriormente al mondo associativo del territorio regionale dispiegando azioni positive e di cittadinanza attiva a favore dei giovani”.

 

 

 

Utilità